Dermopigmentazione Dermatek: innovazione come vocazione

Dermopigmentazione, l’innovazione come vocazione: Novità 2022

Dermopigmentazione Dermatek: innovazione come vocazione

Dermopigmentazione Dermatek: innovazione come vocazione

Continuare ad innovare senza sosta nel mondo della dermopigmentazione: questa è la vocazione che, anche quest’anno, ci consente di alzare notevolmente lo sviluppo tecnologico dei nuovi dermografi e delle rinnovate consolle.

Ricerca scientifica, avanguardia tecnologica, partenariato con il mondo accademico, rete di collaborazioni professionali di alto profilo: ecco perché siamo “sempre un passo avanti”.

Sin dalla nostra fondazione, abbiamo prefissato tra i primi obiettivi da raggiungere quelli della qualità assoluta dei nostri prodotti e della soddisfazione di chi li utilizza.

È così che abbiamo scelto ingegneri italiani ed artigiani locali per fare insieme un percorso che si evolve costantemente.

Anna e Domenico Taraborrelli: Fondatori Dermatek

Anna e Domenico Taraborrelli: Fondatori Dermatek

Ogni giorno scegliamo di investire in tecnologia e partecipare ai tavoli di sviluppo delle normative, perché vogliamo avere un ruolo attivo nell’identificazione di tutti quegli aspetti che qualificano la sicurezza dei nostri operatori e della comunità che fa uso dei nostri prodotti.

Innovativi, dal design ergonomico e accattivante, i nostri prodotti sono 100% MADE IN ITALY, dall’idea alla progettazione, dalla manifattura fino alla realizzazione finale.

Questo approccio ci ha consentito di diventare la prima azienda italiana ad applicare soluzioni d’avanguardia per tutto il mondo della dermopigmentazione e tricopigmentazione e di diventare un riferimento costante per tutto il settore.

Nuovi demografi e rinnovate consolle: Il 2022 è sicuramente l’anno delle novità!

Macchinari innovati per la dermopigmentazione

Macchinari innovati per la dermopigmentazione

Abbiamo ideato, progettato e realizzato tanti prodotti e sistemi che anticipano le tendenze e cambiano radicalmente il mondo della dermopigmentazione: nuove consolle elettroniche, nuovi manipoli, nuove tecnologie.

Innovazione ed eco-sostenibilità

La nostra attenzione non si è concentrata solamente sulla tecnologia, ma anche sulla eco-compatibilità.

Tutti i nostri prodotti, infatti, sono progettati per avere il minor impatto possibile sull’ambiente perché siamo fortemente convinti che ognuno di noi debba fare il proprio e partecipare alla costruzione di un pianeta migliore.

Consolle: I nostri prodotti rinnovati

Consolle Lisa One e Lisa One Basic: da sempre le più avanzate tecnologicamente sul mercato, da oggi con nuova finitura d’alluminio e vernici cromate.

Dermopigmentazione: scopri i nostri nuovi dermografi

Nuova Consolle GT10: aspetto compatto e maneggevole, coniuga performance di alto livello con la comodità e la praticità di un formato portatile ed un prezzo contenuto.

Freedom: il dermografo wireless con batteria doppia e lunghissima autonomia. Potenza, precisione e flessibilità, da oggi la libertà di lavorare senza fili, senza consolle e senza pedale… In una parola: fredoom!

Manipolo NO LIMITS: esattamente ciò che ogni dermopigmentista sognava! Si collega a tutte le consolle Dermatek ed alla maggior parte di quelle presenti sul mercato.

Basta lavorare con più dermografi! Con un unico manipolo è possibile fare ogni tipo di lavoro: numerose scelte di stroke, infinite possibilità di potenza, tutto regolabile durante la procedura!

I plus valori dei macchinari Dermatek

  • Made in Italy
  • Certificati CE
  • Italian Quality
  • Grandi prestazioni
  • Potenza personalizzabile
  • Precisi ed affidabili
  • Design ergonomico
  • Materiali di pregio
  • Eco-friendly, riciclabili al 100%
 

Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente

trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli 

Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito, Domenico Taraborrelli, abbiamo creato insieme.

Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente, anche a lungo termine.

Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.

 


Vuoi saperne di più su questo argomento?

Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.






    Aghi per pmu

    Aghi per pmu, 10 domande e 10 risposte

    Aghi per pmu: quali sono le caratteristiche?

    Le proprietà specifiche degli aghi per pmu si possono riassumere nelle seguenti:

    ·         diametro

    ·         conicità/taper

    ·         conteggio

    ·         configurazione

    Cos’è il diametro di un ago per pmu?

    Il diametro è semplicemente la grandezza del fusto dell’ago, che varia da 0,18 mm a 0,40 mm.

     

    Diametro degli aghi per pmu

     

    Cosa significa “taper”?

    Il cosiddetto taper dell’ago non è altro che la conicità, ovvero la lunghezza che si misura dalla fine del fusto fino alla punta. A parità di diametro, quindi, esistono differenti conicità, ognuna delle quali porta ad un risultato differente. Infatti, più la conicità di un ago è corta, maggiore sarà il diametro della punta dell’ago che penetra nella pelle e, quindi, la larghezza dei tratti; mentre più è lunga la conicità, maggiore sarà la sottigliezza della punta e del tratto.

     

    Conicità degli aghi per pmu

     

    Cos’è il conteggio e cos’è la configurazione?

    Il conteggio degli aghi indica semplicemente il numero di micropunte saldate fra loro.

    La configurazione, invece, indica come gli aghi sono raggruppati tra loro e determina, quindi, il modo in
    cui l’inchiostro viene iniettato sulla pelle.

    Quali sono le tipologie di aghi per pmu più usate?

    Gli aghi per tatuaggi, trucco
    permanente, dermopigmentazione e tricopigmentazione più utilizzati sono
    raggruppabili in queste tipologie, ognuna delle quali si differenzia per forma,
    disposizione e modalità di utilizzo.
     

    • LINER
    • SHADER
    • FLAT
    • SLOPE

    Gli aghi per tatuaggi, trucco permanente, dermopigmentazione e tricopigmentazione più utilizzati sono
    raggruppabili in queste tipologie, ognuna delle quali si differenzia per forma,
    disposizione e modalità di utilizzo.

     

     

    Quali sono le caratteristiche degli aghi per pmu LINER?

    Quelli LINER sono, senza dubbio, gli aghi ideali per eseguire le linee, poiché una volta immersi nell’inchiostro rilasciano una quantità moderata di colore il che, unitamente alla loro caratteristica punta arrotondata, li rende perfetti come passepartout per ogni tipologia di pelle. Le micropunte degli aghi Liner, quando multiple (round liner) sono saldate a forma di cerchio e le linee tracciate sono sempre nette e pulite.

    Quali sono le caratteristiche degli aghi per pmu SHADER?

    Gli aghi della tipologia SHADER si differenziano da quelli Liner per la loro diversa disposizione. Le punte sono configurate in modo circolare ma distano un pochino di più tra loro e divergono verso l’esterno della circonferenza. Così disposti, oltre a fare linee spesse, possono anche essere utilizzati per i riempimenti per zone da saturare intensamente.

    Quali sono le caratteristiche degli aghi per pmu FLAT?

    Gli aghi FLAT sono dotati di punte saldate in linea retta sulla barra dell’ago. Questi aghi vengono usati per realizzare le linee, perché la loro forma permette loro di rilasciare più inchiostro nella pelle, che si traduce in linee più nette e scure con un solo tratto. Gli aghi flat, per ia della loro configurazione e del loro conteggio, sono molto taglienti per cui vanno utilizzati “a pettine” per realizzare le sfumature.

    Quali sono le caratteristiche degli aghi per pmu SLOPE?

    L’ago SLOPE ha una configurazione lineare, come quella degli aghi flat, ma le punte sono saldate a scaletta in maniera molto stretta, come le lame per il microblading. La configurazione e il conteggio delle punte dell’ago slope offrono parecchi vantaggi perché permettono di disegnare già in un unico passaggio peli saturi di colore, riducendo i tempi di esecuzione del trattamento e le eventuali l’infiammazioni. Gli aghi slop sono molto taglienti per cui vanno utilizzati “a pettine” per realizzare riempimenti e sfumature.

     

    Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente

    trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli 

    Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito, Domenico Taraborrelli, abbiamo creato insieme.

    Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente, anche a lungo termine.

    Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.

     

     


    Vuoi saperne di più su questo argomento?

    Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.






      ‘è
      Regolamento Reach 2022. Come cambiano le formulazioni pigmenti.

      Da Resap a Reach: Il Nuovo Regolamento Europeo Pigmenti

      Regolamento Reach 2022. Come cambiano le formulazioni pigmenti.

      Regolamento Reach 2022. Come cambiano le formulazioni pigmenti.

      A partire dal 4 gennaio di quest’anno è entrata i vigore la nuova Regolamentazione Europea che ha sostituito la precedente: la Reach 2022.

      Il primo complesso di normative riguardanti i pigmenti utilizzati per il trucco permanente risale al 2004, con successiva revisione del 2008.

      Questa raccolta di norme è conosciuta con il nome di Resap e comprendeva diversi campi di regolamentazione, tra cui la composizione e l’etichettatura dei prodotti usati nei tatuaggi e nel trucco permanente, la valutazione del rischio delle sostanze impiegate nella composizione di questi prodotti e le condizioni igieniche adatte all’applicazione degli stessi.

      Gli Studi: la strada verso la Reach 2022

      Regolamento Reach 2022 e RESAP: differenze per i pigmenti

      Regolamento Reach 2022 e RESAP: differenze per i pigmenti

      Gli studi per le nuove normative sono cominciati nel 2015, quando la Commissione Europea ha chiesto all’agenzia Europea della Chimica (ECHA) di rivalutare i rischi per la salute umana che potevano derivare da tutti i prodotti di uso quotidiano, tra i quali tatuaggi e trucco permanente.

      Nel 2017 sono stati coinvolti nelle ricerche altri due Comitati Europei, Il Comitato Europeo Per le Analisi Socio-Economiche (SEAC) e quello per la Valutazione dei Rischi (RAC), che hanno valutato le prime proposte dell’ECHA tenendo conto di tre fattori fondamentali: la salute, i costi, altre ripercussioni socio economiche.

      Nel 2019 le conclusioni di SEAC e RAC sono state accolte dalla Commissione Europea che, nel dicembre 2020, ha concesso all’intera industria mondiale 12 mesi per adeguare le formulazioni di tutti i loro prodotti.

      Si arriva, quindi, al 4 gennaio 2022, giorno in cui entra in vigore ufficialmente la Reach 2022.

      La nuova normativa non ha preso in considerazione solamente tatuaggi per trucco permanente, ma ha analizzato e dettato restrizioni su oltre 4000 sostanze chimiche contenute in tutti i prodotti dell’Industria.

      Criteri di classificazione delle sostanze

      Ma qual è stato il criterio adottato per stabilire le restrizioni? Secondo la legge, le sostanze chimiche sono suddivise in categorie di pericolosità e, dunque, si distinguono in:

      • cancerogene
      • mutagene
      • tossiche per la riproduzione
      • sensibilizzanti, corrosive, irritanti per la pelle
      • irritanti, lesive per gli occhi.

      Esame di pigmenti e miscela

      Per quanto riguarda il trucco permanente non sono stati valutati soltanto i pigmenti, ma tutta la miscela di cui si compongono:

      • coloranti
      • solventi
      • stabilizzanti
      • agenti umettanti
      • regolatori del ph
      • emollienti
      • conservanti
      • addensanti.

      Reach 2022: qual è l’obiettivo?

      Regolamento Reach 2022

      Regolamento Reach 2022

      L’obiettivo principale della nuova Normativa Europea sui pigmenti per trucco permanente è quello di rendere più sicuri i colori utilizzati per le loro procedure.

      Ne conseguono diversi effetti benefici delle nuove restrizioni, quali la riduzione delle reazioni allergiche croniche e di altre reazioni cutanee, oltre alla potenziale diminuzione di effetti più gravi, quali potrebbero essere tumori, danni al DNA o al sistema riproduttivo.

      Chi coinvolge la Reach?

      Il testo della legge cita gli “attori della catena di approvvigionamento“, identificabili come tutte le figure che vanno dal produttore del pigmento fino all’operatore, che utilizza il pigmento sulle persone nella procedura di realizzazione di un trucco permanente.

      Pigmenti blu e verde: un caso a parte

      La restrizione, dal 4 gennaio 2022, è stata applicata ai 19 coloranti già vietati nei prodotti cosmetici, in quanto sul mercato vi sono alternative disponibili.

      Diversamente, per i pigmenti Blu 15.3 e Green 7, le commissioni hanno concesso ulteriori 24 mesi, in quanto ad oggi non esistono alternative valide per poterli eliminare dalla composizione delle miscele finali, seppur non si possano escludere rischi per la salute a seguito dell’utilizzo di questi pigmenti.

      Approccio Dinamico

      Reach 2022 è una normativa dall’approccio “dinamico”. Ciò vuol dire che verrà integrata a mano a mano che gli studi di settore andranno avanti.

      Già in data 11 aprile 2022, infatti, è stata fatta una prima integrazione con l’inserimento tra le sostanze chimiche ritenute pericolose, 5 nuovi elementi, tra ingredienti e prodotti di reazione, tra cui la ben nota formaldeide.

      Difficoltà Nelle Nuove Formulazioni

      La Normatova Europea Reach 2022 ha comportato non poche difficoltà nel mondo chimico della ricerca, perché nel cercare le nuove formulazioni si è tenuto conto non sono di ogni singolo componente, ma di tutta la miscela degli ingredienti.

      È stato necessario, infatti, valutare le interazioni e le reazioni dei componenti tra loro, registrare le modifiche del prodotto finito e fare prove di laboratorio in tempistiche cadenzate.

      L’etichettatura secondo Reach

      regolamento reach 2022. Etichetta Pigmenti Dermatek.

      Regolamento Reach 2022. La nuova etichetta dei pigmenti Dermatek.

      La Reach 2022 non ha normato solamente gli ingredienti dei tatuaggi e del trucco permanente, ma ha regolamentato anche l’etichettatura dei prodotti.

      I produttori, infatti, nell’immissione sul mercato dei nuovi pigmenti devono tenere conto di una serie di diciture obbligatorie, tra cui il numero del lotto, l’elenco degli ingredienti in ordine decrescente, il contenuto di nichele e cromo.

      Tutte le diciture obbligatorie riportate in etichetta devono essere visibili, leggibili e, soprattutto, indelebili, tutto questo a tutela del consumatore.

      Reach 2022 e l’impegno di Dermatek

      Dermatek, da sempre impegnata nel garantire la sicurezza nell’utilizzo dei propri pigmenti per i trattamenti con Dermografo e Microblading, ha lavorato a lungo per creare le nuove miscele perfettamente conformi alla nuova Normativa Europea Reach 2022.

      Il processo lavorativo di alta tecnologia assicura l’eliminazione di qualsiasi contaminazione, garantendo purezza di prodotto e massimo livello di sterilità.

      Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente.

      trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli

      Anna Taraborrelli Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek.

      Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito Domenico Taraborrelli abbiamo creato insieme.

      Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente alle sopracciglia, anche a lungo termine.

      Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.


      Vuoi saperne di più su questo argomento?

      Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.






        Dermopigmentazione, trucco permanente e tricopigmentazione contribuiscono a combattere il disagio psicologico che si avverte in situazioni complesse.

        Dermopigmentazione: Il Suo Risvolto Psicologico

        Dermopigmentazione, trucco permanente e tricopigmentazione contribuiscono a combattere il disagio psicologico che si avverte in situazioni complesse.

        Dermopigmentazione, trucco permanente e tricopigmentazione contribuiscono a combattere il disagio psicologico che si avverte in situazioni complesse.

        La dermopigmentazione è, sotto alcuni aspetti, l’evoluzione di una pratica che ritroviamo già nell’antico Egitto e in Grecia: l’arte del trucco, basato principalmente sull’abbellimento o sull’accentuazione di alcuni tratti del viso.

        Il viso veniva adornato con colori, di origine naturale, con lo scopo di valorizzare, mascherare, ma anche per sottolineare una marcata personalità o lo status sociale.

        Quando ci trucchiamo andiamo a modificare il nostro aspetto esteriore, creando una barriera tra il nostro mondo interno e tutto ciò che c’è all’esterno.

        Il trucco ci permette di mostrare quello che noi vogliamo che gli altri vedano in noi stessi diventando, a tutti gli effetti, uno strumento di comunicazione non verbale su cui proiettare la propria identità.

        L’evoluzione Del Trucco Permanente

        Grazie al trucco permanente si è evoluto, consolidandosi, questo rapporto tra la parte interiore di noi stessi e la parte esterna, quella che vogliamo proiettare agli altri.

        Per questo motivo, la dermopigmentazione, spinta principalmente dal fattore “moda” ha vissuto una vera e propria ascesa portandola ad una popolarità a livello internazionale.

        Ogni scelta che facciamo nei confronti del nostro aspetto fisico rivela più di quanto ci si possa immaginare, poiché, spesso, nasconde i veri sentimenti che ognuno prova verso il proprio corpo: la percezione di se stesso e di quello che vuole mostrare al mondo esterno.

        Dermopigmentazione: Cosa È Cambiato Negli Anni Che Ne Ha Favorito Il Suo Successo?

        Chi ha una lunga esperienza nella dermopigmentazione conosce bene i motivi che spingono uomini e donne a sceglierla: il fattore puramente estetico fa da padrone, ma è sempre fine a se stesso?

        Si è sempre detto che “l’abito non fa il monaco” ma la necessità di apparire al meglio è parte di ognuno di noi.

        Per chi sceglie il trucco permanente non fa alcuna differenza ma nasconde sempre una componente psicologica importante.

        Trucco Permanente: Il Fattore Psicologico Svolge Un Ruolo Molto Importante.

        Fermiamoci un attimo ed entriamo in punta di piedi nel mondo di chi, per esigenze fisiche, non riesce a creare l’immagine di sé che vorrebbe mostrare agli altri.

        Spesso le cause di questi disagi sono dovute ad allergie ai cosmetici, in altre situazioni le cause sono rappresentate da difficoltà visive o motorie.

        Frequentemente il fattore psicologico che porta alla scelta di affidarsi alla dermopigmentazione è determinato da situazioni personali più importanti come la perdita di alcuni tratti estetici a causa di malattie o eventi traumatici.

        L’aspetto più importante da valutare in queste situazioni è la mancanza di scelta: ritrovarsi in un corpo che non ha più il proprio aspetto originale spinge in una condizione psicologica difficile da affrontare.

        La ricerca di un aspetto migliore, quindi, contribuisce in modo decisivo alla cura del proprio benessere a 360°, per accrescere o migliorare la propria autostima, creando un’apertura verso l’esterno e gli altri.

        Dermopigmentazione E Tricopigmentazione: La Loro Dimensione Paramedicale.

        La Tricopigmentazione è una ottima soluzione per combattere il disagio psicologico causato dalla perdita dei capelli.

        La Tricopigmentazione è una ottima soluzione per combattere il disagio psicologico causato dalla perdita dei capelli.

        La dermopigmentazione, e la sua varietà di applicazioni, ha trovato negli anni la sua espressione “paramedicale” andando ad intervenire su situazioni più complesse e profonde.

        La Tricopigmentazione, ad esempio, è nata proprio per alleviare il disagio psicologico che accompagna il diradamento o la perdita totale dei capelli.

        Questo fenomeno, riscontrabile sia nel mondo maschile che femminile, è causato da molteplici fattori e può risultare difficile da mascherare con tecniche più classiche.

        La tricopigmentazione assicura discrezione e tranquillità senza ricorrere necessariamente a tecniche più invasive.

        Grazie alla dermopigmentazione è possibile la copertura di cicatrici o discromie estremamente difficili da mascherare: il ricordo di un dolore è, spesso, fonte di disagio per la corretta prosecuzione di una vita normale.

        Trucco Permanente E Ricostruzione Dell’areola Mammaria: Un Problema Italiano.

        Una delle tecniche più conosciute è sicuramente la “ricostruzione” dell’areola mammaria, da post intervento, che ha restituito sicurezza e femminilità a molte donne al termine di percorsi estenuanti dal punto di vista psicologico e fisico.

        Negli ultimi anni, purtroppo, il Ministero della Salute, tramite il provvedimento del 15/05/2019 ha deciso di riservare il diritto a questa pratica solo al personale sanitario, a causa dell’elevata percezione del termine “medicale”, rendendo molto difficile l’accesso a questo tipo di trattamento.

        Di conseguenza si è ridotta la qualità del lavoro ed è stata tolta la possibilità alla categoria dei Dermopigmentisti di applicare le loro conoscenze approfondite ed abilità in questo campo, a discapito del benessere psicologico delle donne.

        Si è inoltre tralasciata, completamente, la vera natura di questo trattamento: il camouflage, l’arte del “nascondere”, lontano anni luce dalla sfera puramente curativa.

        La categoria dei Dermopigmentisti sta portando avanti un’intensa battaglia contro questo provvedimento, volto a rivalutare i diritti dei professionisti e soprattutto delle donne, aprendo dei piccoli spiragli di luce verso la risoluzione.

        Cosa Fa Dermatek Per Il Settore Del Trucco Permanente.

        Dermatek, come produttrice di prodotti per il Trucco Permanente pone grande attenzione nello sviluppo di attrezzature, dermografi, aghi per trucco permanente e pigmenti, altamente compatibili con le esigenze di ogni tipo pelle e necessità.

        Ne sono una prova la nuova linea Tricotek dedicata al mondo della Tricopigmentazione, la linea di pigmenti Skin e Areola.

        Come Accademia di Formazione dei futuri professionisti, realizza corsi e protocolli specifici per lo sviluppo di competenze tecniche complete, ma soprattutto di empatia e forte propensione verso i bisogni dei propri clienti.

        Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente.

        trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli

        Anna Taraborrelli Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek.

        Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito Domenico Taraborrelli abbiamo creato insieme.

        Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente alle sopracciglia, anche a lungo termine.

        Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.


        Vuoi saperne di più su questo argomento?

        Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.






          Tatuaggio alle sopracciglia: perchè in alcuni casi può diventare blu.

          Tatuaggio Alle Sopracciglia: Perchè In Alcuni Casi Può Diventare Blu?

          Tatuaggio alle sopracciglia: perchè in alcuni casi può diventare blu.

          Tatuaggio alle sopracciglia: perchè in alcuni casi può diventare blu.

          I trattamenti di trucco permanente, soprattutto nell’ambito di tatuaggio alle sopracciglia, svolti fino a qualche anno fa erano frutto di lavori di professionisti più o meno affidabili e di tecniche sbagliate. Non era raro imbattersi in tatuaggi alle sopracciglia che di “momentaneo” avevano ben poco.

          Trattamenti del genere venivano svolti, il più delle volte, per assecondare il desiderio del cliente che si illudeva di aver ricevuto un trattamento permanete, stabile e duraturo evitando ritocchi futuri.

          Tatuaggio permanente sopracciglia: quali sono i rischi di un lavoro non professionale.

          I rischi di un tatuaggio alle sopracciglia, svolto da un professionista poco preparato, sono rappresentati da una scarsa attinenza dei colori che siamo abituati a vedere su di un viso naturale.

          Occhi, sopracciglia e labbra blu, rosse, viola, verdi… più simili ad arcobaleni che a lavori frutto di un lavoro accorto e professionale.

          La causa di queste situazioni è da ricercare nell’uso improprio di pigmenti artistici, e quindi dedicati al corpo, che non si sposano con la delicatezza e le variazioni che il viso presenta negli anni.

          Ad oggi, fortunatamente, queste situazioni si sono notevolmente ridotte ma in qualche occasione, nonostante si siano seguite tutte le giuste procedure e le giuste attrezzature, può ancora capitare di vedere un tatuaggio alle sopracciglia virato verso il blu.

          Quali Fattori Incidono Su Un Tatuaggio Al Sopracciglio Che Vira Verso Il Blu?

          I fattori che influiscono su questo fenomeno sono tanti:

          • composizione del pigmento;
          • medicinali assunti dal cliente;
          • modo in cui il pigmento viene assorbito dal sistema immunitario;
          • influenza dei raggi ultra violetti sul pigmento (alla fine rimarranno solo le tonalità fredde);
          • effetti della fisica, o meglio dell’ottica, che influiscono sulla percezione del colore;
          • la posizione in cui viene depositato il pigmento (se in profondità o meno).

          Trucco Permanente Alle Sopracciglia E L’Effetto Tyndall.

          Soffermiamoci per un attimo sull’influenza che la fisica ha sulla percezione del colore: mai sentito parlare dell’effetto di Tyndall?

          L’occhio umano non è in grado di percepire tutti i colori così come appaiono realmente: quello che vediamo con i nostri occhi è il frutto di lunghezze d’onda.

          Di queste lunghezze d’onda solo le più corte sono percepite prima dall’occhio umano, ed è questa la motivazione che rende la percezione del colore molto soggettiva.

          L’effetto Tyndall, come dicevamo, non è altro che un fenomeno di dispersione della luce, influenzato dal sole, che permette all’occhio umano di individuare prima determinati colori invece di di altri, tra cui proprio il blu ed il viola.

          L’effetto Tyndall è uno dei fattori di cui un professionista deve tener conto durante la fase di preparazione ed esecuzione di un trattamento di tatuaggio delle sopracciglia.

          In conclusione

          In conclusione, spesso può capitare di vedere, in determinate situazioni di luce, un tatuaggio alle sopracciglia che abbia assunto un colore bluastro, ma in fin dei conti il suo colore originale, nero o marrone scuro che sia, risulta essere ancora presente ma “vittima” di una percezione personale.

          Tatuaggio alle sopracciglia: cosa può fare un professionista.

          Corso Dermopigmentazione Remover Color Capture

          Corso Dermopigmentazione Remover Color Capture

          Un Master professionista deve essere in grado di capire quale è il problema e prevenirlo.

          In caso il danno sia già fatto può trovare la soluzione più adatta per la risoluzione di questo strano effetto.

          Questi aspetti legati all’effetto “tatuaggio alle sopracciglia blu“, sono ampiamente trattati durante il corso “CORSO REMOVER COLOR CAPTURE” organizzato dalla nostra Accademia.

          Se hai una cliente con questo problema e non sai come risolverlo non scoraggiarti la soluzione esiste: puoi chiedere informazioni sulla prossima data disponibile per il nostro Corso Remover Color Capture, ideale per gli operatori che vogliano includere nei propri servizi un trattamento per rimuovere o nascondere un tatuaggio non perfettamente riuscito.​

          Tatuaggio alle Sopracciglia Blu: è capitato anche a te?

          Non preoccuparti la soluzione esiste ed è a portata di mano: compila il modulo in basso e ti contatteremo per fornirti tutte le informazioni utili a risolvere il tuo problema.

          Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente.

          trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli

          Anna Taraborrelli Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek.

          Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito Domenico Taraborrelli abbiamo creato insieme.

          Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente alle sopracciglia, anche a lungo termine.

          Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.


          Vuoi saperne di più su questo argomento?

          Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.






            Trucco Permanente D'Estate Si Può Fare? I Consigli Di Anna Taraborrelli Docente Internazionale e Fondatrice Accademia Dermatek.

            Trucco Permanente D’Estate: Si Può Fare? 6 Consigli Utili.

            Trucco Permanente D'Estate Si Può Fare? I Consigli Di Anna Taraborrelli Docente Internazionale e Fondatrice Accademia Dermatek.

            Trucco Permanente D’Estate Si Può Fare? I Consigli Di Anna Taraborrelli Docente Internazionale e Fondatrice Accademia Dermatek.

            Finalmente è arrivata la bella stagione, dopo 1 anno e mezzo di rinunce la luce in fondo al tunnel è più brillante che mai e la nostra vita torna ad una sorta di normalità. Sarebbe il momento giusto per abbandonarsi al Trucco Permanente e tornare a prendersi cura di sè, ma è davvero possibile in estate?

            Il punto principale da sottolineare è che: non ci sono controindicazioni per il Trucco Permanente nella stagione estiva, solo qualche accorgimento in più da seguire.

            Quindi preparatevi ad abbandonare matite e ombretti che si sciolgono con acqua e sudore, a rossetti e gloss non duraturi e godetevi uno sguardo magnetico senza perdere intere serate nello stendere l’agognato eyeliner!

            Raggi Del Sole e Trucco Permanente.

            Indipendentemente dal fatto che abbiate eseguito o no un Trucco Permanente è importante ricordare che la pelle va protetta dal sole in ogni momento della giornata.

            Nel caso del post trattamento la protezione sarà la vostra migliore amica contro l’ossidazione dei pigmenti, che causerà una perdita anomala di colore o, nella peggiore delle ipotesi, un viraggio una tonalità più grigia.

            Per questo motivo niente esposizione diretta al sole per almeno 7 giorni dal trattamento eseguito, in fondo il sole sarà lì ad aspettarvi!

            Prima Del Trattamento: Ecco Gli Accorgimenti Da Seguire.

            Come abbiamo ripetuto spesso, la buona riuscita del trattamento non è data solamente dalla cura nella fase successiva ma anche da come ci se ne prende cura prima: una pelle sana e curata sarà sempre garanzia di un ottimo risultato, per questo è importante ricordarsi di proteggere la pelle anche nella settimana precedente al trattamento, vietato sottoporsi con pelle bruciata o lesa.

            Dovrò Rinunciare Completamente Alla Spiaggia?

            Assolutamente no! Basterà stendere una protezione solare alta e indossare quello splendido cappellino di paglia, per cui ti sembrerà di non avere mai avuto occasione per sfoggiarlo!

            Trucco Permanente D'Estate. Consigli Prima e Dopo Il Trattamento.

            Trucco Permanente D’Estate. Consigli Prima e Dopo Il Trattamento.

            Attenzione Ai Tuffi In Mare.

            Nei 7 giorni successivi è sempre meglio evitare tuffi in mare o in piscina, per evitare di interferire con la guarigione e in particolar modo con la caduta delle piccole crostine che si formeranno a protezione della zona, che è importante ricordare, deve rigenerarsi.

            Via libera a lunghe passeggiate senza immergere il viso, la circolazione sanguigna vi ringrazierà.

            Trucco Permanente, Autoabbronzanti E Lampade Non Sempre Vanno D’Accordo.

            Una menzione particolare va fatta per l’utilizzo di prodotti autoabbronzanti: vietati poiché potrebbero interferire con la naturale evoluzione della guarigione; e l’utilizzo di lampade solari, per cui vale lo stesso discorso dell’esposizione solare, vietati per la settimana successiva al trattamento perchè troppo intensi e modificherebbero, inevitabilmente, il colore del vostro tatuaggio.

            Idratazione E Igiene Non Devono Mai Mancare.

            Ultima, ma non meno importante, è la corretta idratazione e soprattutto l’igiene della zona trattata: il mare, la spiaggia, il caldo e soprattutto il sudore tendono ad irritare e a seccare la pelle, per questo sarà importante mantenere un buon livello di pulizia della zona trattata e soprattutto l’utilizzo di creme idratanti e riequilibranti per favorire la guarigione della pelle nel più breve tempo possibile.

            Conclusioni.

            Insomma fare il Trucco Permanente d’estate non vuol dire rinunciare alla tintarella e ai bagni, né vuol dire vivere un’estate a metà.

            Dimentica tutto quello che hai sentito dire in questi anni, e pensa che metà del globo terrestre convive con sole e caldo tutto l’anno, senza rinunce di nessun tipo!

            Si può avere un look strepitoso anche in spiaggia con le poche ed essenziali indicazioni descritte.

            Chi Sono: Anna Taraborrelli Master Internazionale di Trucco Permanente.

            trattamenti trucco permanente pescara anna taraborrelli

            Anna Taraborrelli Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek.

            Sono Anna Taraborrelli, Master a livello internazionale di trucco permanente e direttrice presso Dermatek, l’azienda che io e mio marito Domenico Taraborrelli abbiamo creato insieme.

            Da oltre dieci anni mi occupo di trattamenti di trucco permanente, dopo numerosi master e corsi di formazione in tutto il mondo e attraverso la continua ricerca di miglioramento e perfezionamento, ho elaborato nuove tecniche per migliorare i risultati del trucco permanente, anche a lungo termine.

            Desideri anche tu informarti per un trattamento di trucco permanente? Vai sulla mia pagina Instagram (https://www.instagram.com/anna_tara_pmu/) e lasciami i tuoi contatti. Sarò felice di darti un consiglio e fornirti un‘ accurata consulenza pre-trattamento.


            Vuoi saperne di più su questo argomento?

            Compila il modulo, ti contatteremo noi per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.